Area Riservata


Accedi
Registrazione
Richiesta informazioni
  • Totale sessioni attive: 61
  • Utenti autenticati: 0
  • Visitatori: 61




Ultimo sondaggio:

Forum:

 

Liceo Scientifico

 

 

 

Liceo Artistico

 

 

 

 

 

 

 

Il nuovo Campus


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Salva

Salva

Jyvaskyla capitale della scuola finlandese - Prima Puntata

Come premio per il concorso "docente dell’anno" l’ANP mi ha inviato In Finlandia a fare conoscenza con la scuola finnica. Sono stato nella città di Jyvaskyla dal 15 al 21 novembre e queste sono le cose che ho imparato.

1. Jyväskylä capitale della scuola finlandese
Jyväskylä si trova a 270 Km da Helsinki, nella Finlandia centrale è il suo sistema scolastico, la scuola finlandese è nata qui, alla fine del XIX secolo, prima le scuole erano solo in lingua svedese. Jyvaskylan LyseoA Jyväskylä è nato il primo Liceo in lingua Finlandese nel 1858, l’ “Jyväskylän Lyseon lukio”; sempre a Jyväskylä è nata, nel 1864, la prima scuola in lingua finlandese per ragazze, l’attuale “Voionmaan lukio”; a Jyväskylä ha sede la più grande e antica scuola per insegnanti della Finlandia la “Teacher Training School”, fondata nel 1863, che è collegata con l’università di Jyväskylä; qui si trova l’unico Istituto per la ricerca educativa della Finlandia, il più importante al mondo, il “Finnish Insitute for Educational Research”. Per finire è a Jyväskylä che ha lavorato il più importante pedagogista finlandese Uno Cygnaeus  (1810 - 1888) che già allora teorizzò e realizzò le scuole per le ragazze, la necessità della formazione tecnica e professionale, l’avviamento delle scuole di tirocinio per i docenti, dove, sotto la supervisione di docenti di ruolo, fanno apprendistato i futuri docenti, innovazione questa cui sicuramente arriveremo anche in Italia, il prossimo secolo, o magari, addirittura, in questo.
Per tutti questi motivi Jyväskylä è chiamata l’Atene della Finlandia e costituisce un punto d’osservazione privilegiato per comprendere il funzionamento e le caratteristiche della scuola finlandese
Link:
sulla città di Yvaskyla:
http://www.jyvaskyla.fi/lang/italiano
http://it.wikipedia.org/wiki/Jyväskylä
su Uno Cygnaeus:
http://en.wikipedia.org/wiki/Uno_Cygnaeus
 

2. La mia visita e la mia guida: Jorma Lempinen
Se la scuola finlandese risulta la migliore al mondo, Jyväskylä risulta essere la sua “capitale”. Il mio viaggio nella capitale scolastica della Finlandia è di soli 5 giorni, pochi per pretendere di conoscere il sistema scolastico di un paese, a meno che non si capiti tra le mani di un sapiente organizzatore ed eccellente guida come Mr. Jorma Lampinen, dirigente dell’ “Jyväskylän Lyseon lukio”, presidente onorario a vita dell’associazione dei dirigenti scolastici finlandesi - SureFire, segretario generale dell’ESHA (associazione dei dirigenti scolastici europei). Se Dante ha potuto visitare in una sola settimana i tre regni dell’aldilà grazie a Virgilio e Beatrice, io grazie alla competenza, efficienza e cortesia di Jorma Lempinen, che mi ha anche fatto da autista nel giornaliero tour da una scuola all’altra, ho avuto la mia “Beatrice” nel paradiso della scuola Finnica. In 5 giorni ho quindi visitato 6 scuole di Jyväskylä, una scuola primaria, un istituto di istruzione secondaria superiore e 4 licei. In ogni scuola ho trovato una persona, un docente o il dirigente, incaricata di accogliermi e mettersi a mia completa disposizione e decine di docenti e studenti pronti a venire incontro a ogni mia richiesta, curiosità o esigenza. Oltre alle scuole ho avuto la possibilità di visitare l’Institute for Educational Research” che si occupa della ricerca nel campo delle tecnologie educative e della loro applicazione alla pratica didattica e costituisce il solo Istituto del genere presente in Finlandia e uno dei più avanzati al mondo.

3. Curiosità - gli ambienti
Il "soggetto" che ho fotografato con maggiore entusiasmo e invidia sono le "sale professori", certamente non si può giudicare il valore di un sistema scolastico dalle "aule dei professori" o da quelle degli studenti, o no? Comunque la si pensi la differenza tra le aule dei docenti finlandesi e quelle italiane coglie un aspetto molto importante della differenza tra i due sistemi scolastici: la cura per gli spazi, gli ambienti considerati non come contenitori di persone (talvolta di bestiame, come il caso di certe scuole), ma come fattori determinanti della didattica, specie nelle sue componenti psicologiche, sociologiche e motivazionali. Le scuole sono progettate da archittetti che procedono dopo aver consultato studenti e docenti sulla disposizione degli ambienti, la loro conformazione e così via. Tutte le scuole più recenti, costruite in questi ultimi 5/10 anni, presentano caratteristiche similiI a quelle che potete vedere qui sotto, le scuole più vecchie sono state ristrutturate internamente o sono in via di ristrutturazione. E’ interessante notare che i lavori non durano 10 o 15 anni ma 1/2 anni e i fondi nonsono superiori a quelli stanziati in Italia, semplicemente non ci sono sprechi (vedi le centinaia di migliaia di euro che ogni anno la provincia paga qui a Quartu, per affittare edifici inadeguati per noi e i nostri studenti). Qualcuno diceva che siamo quello che mangiamo, forse siamo anche quello che abitiamo.

Sale Professori

Scuola Vaajakumpu: sala professori

Liceo Cygnaeus: sala professori

Spazi per gli studenti

Vaajakumpu: aula informatica e atrio della scuola

Viitaniemi: i tre livelli dell’atrio centrale e la mensa

Spazi studenti al liceo e biblioteca alla scuola Vaajakumpu




 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina